Confederazione dei Pianeti Indipendenti

Popolazione sui pianeti: 33,15 Miliardi
Popolazione su stazioni orbitali: 1,9 Miliardi
Lingue nazionali: Nuanglico, Nihoji
Tipo di governo: Repubblica Parlamentare
Capo dello stato: Presidente Aldrey Winthrop
Capitale: Port Aurora su TerraNova.
Sistemi Controllati: Terranova, Nogero, Heatheria, Castille, Ravendorff, Castille, Camelot, Branwen, Kaluja, Antares Draconis, Atlantis, Caprice, Utopia, Zeynep, Rune, Eden, Liira, Basque
Conio: Sterlina Confederata (1£ = 1,2 C)

Vista d’insieme

La massiccia colonizzazione dei sistemi che oggi compongono la Confederazione pare non fosse un evento pianificato, in tempi relativamente recenti solo alcune stazioni erano state costruite sulla superficie accogliente del pianeta. Queste stazioni vennero costruite con l’unico scopo di sfruttare le ricche risorse minerarie del pianeta.
La straordinaria prosperità dei mondi nel cluster e la presenza di un mondo simile alla Terra cambiò tutto. Milioni di coloni, approfittando del momento si allontanaro il più lontano possibile dai sistemi centrali. Una volta su TerraNova, scoprirono un nuovo paradiso con immense e intaccate ricchezze, che avrebbero permesso a loro e ai loro figli, una vita agiata e priva di rischi. Con questo sogno ben in mente, i TerraNovani lavorarono duramente per secoli al fine di costruire quella società che avevano sempre sognato e costruirono una civiltà destinata ai loro discendenti.
La Confederazione è composta da quattro Stati, a loro volta composti da diciotto sistemi stellari. Il più importante è quello di Nova Britannia, posizionato al “centro” dei territori confederati, è la nazione madre della Confederazione e la più ricca; Ganain, posizionata ai confini “meridionali”, la nazione meno popolosa ma più ricca di materiali grezzi; Hitaria, posizionata ai confini “settentrionali”, è una nazione popolosa e con una grande produzione agricola; infine Liira, composta di un solo sistema è l’ultima nazione ad essere entrata a far parte della Confederazione. A dispetto di una frammentarietà mai vista in una nazione la Confederazione sembra essere la più stabile delle nazioni della galassia.

Cultura

La popolazione della Confederazione è la prova vivente che la razza umana è infinitamente adattabile e imprevedibile. Nonostante sia una società multirazziale e multiculturale con tutti i contrasti che ne conseguono, i confederati hanno guadagnato una nomea di giovialità e cordialità che contrasta profondamente con la paranoia e la sfiducia dei propri vicini. In tempi passati i Confederati che vivevano nelle affollate colonie rinunciarono alla loro privacy mantenendo un comportamento più tollerante e amichevole nei confronti del prossimo, comportamento che è sopravvissuto fino a oggi, anche quando le condizioni di alloggiamento sono migliorate.
Le relazioni fra gli stati sono amichevoli, ma tinte da elementi di cordiale rivalità. I residenti della industrializzata Ganain vedono gli abitanti di Hitaria come dei sempliciotti campagnoli, viceversa gli Hitariani ridicolizzano gli abitanti dell’inquinato Ganain per il pretenzioso nome del loro stato, che in Nuanglico significa ‘Paradiso’.
La Confederazione presenta anche il più grosso numero di abitanti in stazioni orbitanti. Se da una parte è strano, visto il numero di mondi di tipo terrestre, dall’altra è dalle stazioni che è iniziata la terraformazione e lo sfruttamento dei pianeti. Molte di queste stazioni ancora hanno scopi militari e commerciali più che abitative, ciononostante il semplice numero è talmente vasto che gli abitanti in orbita sfiora i due miliardi.
La Confederazione usa i vecchi modelli di stazione di tipo “Vivarium” scavati dentro asteroidi; nonostante questi modelli abbiano una maggiore superficie interna rispetto ai moderni cilindri, hanno anche bisogno di maggiori schermature, il che ne riduce l’abitabilità.
La più grande città della Confederazione è, nemmeno a dirlo, la capitale Port Aurora su TerraNova,. Che ha una popolazione totale di due miliardi di persone, in finale quasi tutta la popolazione del pianeta di circa tre miliardi.
Una delle caratteristiche peculiari della Confederazione è che ogni famiglia deve avere almeno una casa, se ciò non è possibile ne viene costruita una a spese dello stato. Quindi ognuno ha un posto dove vivere, questo poiché è radicata tra i confederati l’idea che costruire più case possibili aumenti la qualità della vita di tutti i cittadini. Sfortunatamente, le energie spese per l’esercito e per mantenere le città o le stazioni in funzione spesso precludono questo altrimenti desiderabile modo di spendere tempo e denaro.
La popolazione confederata ha mantenuto la nomea di duri lavoratori dei primi pionieri, così la casa di una persona è spesso poco più di un posto dove mangiare e dormire. Quasi tutti i confederati trascorrono la maggior parte del loro tempo al posto di lavoro, dove si presta grande attenzione al miglioramento del comfort dei lavoratori, o con gli amici e la famiglia in locali o in altri luoghi pubblici.
Il progresso scientifico nella Confederazione è forse il più avanzato nella galassia. La lotta per costruire una civiltà dal nulla in un ambiente ostile, accoppiata ad un conseguente sviluppo militare, ha fruttato innumerevoli innovazioni nel campo della meccanica; fra le quali rientra la tecnologia Exo-Gear. I confederati mettono grande enfasi nell’educazione, credono, infatti, che una nazione con un alto tasso di educazione sarà meno prona a lanciarsi in una folle guerra. Come risultato, una grande porzione della popolazione confederata è composta di scienziati e ingegneri supportati dal governo.

Politica

Politicamente la Confederazione è una democrazia rappresentativa multipartitica. Ogni pianeta confederato è governato da una camera di rappresentanti. Un consiglio dei rappresentanti viene eletto dalla popolazione di ogni pianeta ogni sette anni galattici standard.
Ognuno degli stati Confederati ha il suo governo locale, che si occupa delle attività e del commercio all’interno dei propri confini. Gli affari internazionali e le questioni che coinvolgono tutti gli stati sono compito di un consiglio governante conosciuto come Agora. Un gruppo di rappresentanti separato, chiamato Astanti, è eletto nell’Agorà come voce della nazione intera. Il numero di Astanti inviato da ogni pianeta è determinato in base alla popolazione del mondo da cui provengono. Un presidente viene scelto mediante elezioni generali ogni otto anni galattici standard per supervisionare l’Agora e rappresentare la Confederazione.

Scienza e Esercito

Il progresso scientifico nella Confederazione è forse il più avanzato nella galassia. La lotta per costruire una civiltà dal nulla in un ambiente ostile, accoppiata ad un conseguente sviluppo militare, ha fruttato innumerevoli innovazioni nel campo della meccanica; fra le quali rientra la tecnologia Exo-Gear. I confederati mettono grande enfasi nell’educazione, credono infatti che una nazione con un alto tasso di educazione sarà meno prona a lanciarsi in una nuova guerra galattica. Come risultato una porzione considerevole della popolazione è composta di scienziati e ingegneri.
La Confederazione possiede una grande forza armata, buona parte della quale nata dopo la guerra con l’Unione. I confederati volevano porsi in una posizione di potere per poter così presentare un serio deterrente ad eventuali potenze straniere. La grande organizzazione militare fu fondamentale nel conflitto contro i Rinnegati, così come per poter pattugliare con efficacia lo spazio rivendicato dalla Confederazione.
In tempo di guerra, la distanza fra gli stati Confederati è più che un semplice problema di scorte; è un incubo logistico. Gli strateghi infatti si ritroverebbero a dover affrontare l’avanzata nemica su molti fronti in caso di guerra. Gli stati costituenti rischierebbero di ritrovarsi effettivamente isolati l’uni dagli altri.
Fu organizzata una soluzione temporanea fino a che non si fosse arrivati a una misura migliore. Le Forze Armate Confederate furono divise in quattro eserciti separati, nominati Gruppo Alfa, Beta, Gamma e Delta, ognuno con il compito di sorvegliare una regione specifica dello spazio nazionale.
L’inerente debolezza di questa difesa significò che gli strateghi dovettero pianificare anche un ruolo attivo per le forze armate. Il risultato fu una flotta di invasione composta da innumerevoli trasporti, incrociatori e corazzate che possano, con un solo ordine, sciamare contro il nemico per portare battaglia nel più difeso dei pianeti. Anche la forza di invasione fu divisa nei quattro eserciti sopra descritti: in questa maniera se uno degli stati dovesse cadere in mano nemica, gli altri avrebbero la possibilità di rispondere autonomamente.
Benché la situazione moderna non sia terribile come i confederati temevano dopo il conflitto con i Rinnegati, è ancora necessario che le CAF siano in perenne stato di allerta. Vengono costruite sempre più navi, molte delle quali appartengono alle classi di invasione. La più impressionante delle quali è la CSS Valeria, un’enorme stazione da battaglia mobile.

Commercio e Industria

Buona parte delle maggiori strutture manifatturiere sono localizzate principalmente negli stati di TerraNova e Ganain, dove i materiali grezzi sono abbondanti e facilmente accessibili. L’eccezione è il pianeta di No’Irin, che è il maggior produttore di apparecchi elettronici della Confederazione e uno dei pianeti più popolosi. No’Irin è un grande centro commerciale, che serve come porto per le navi della Gilda Mercantile, la quale porta i beni prodotti su quel pianeta verso i sistemi “interni”.
Le principali esportazioni della Confederazione sono principalmente di metalli e di gas, estratti da alcuni giganti gassosi come Zeus o Leo. Enormi barconi automatizzati trasportano i materiali attraverso lo spazio nazionale.

Confederazione dei Pianeti Indipendenti

Spirit of the Galaxy Rosiello