Comunicazioni

Oggi i satelliti che inviano segnali attraverso lo spazio utilizzano un sistema di creazione di portali a differenza di fase in grado di trasportare istantaneamente un segnale laser da un satellite all’altro praticamente azzerando quasi totalmente il tempo di delay, oltre che a migliorare in maniera significativa la qualità di informazioni e nitidezza del segnale. Anche se i segnali laser viaggiano alla velocità della luce e i portali (vd.) hanno permesso comunicazioni pressoché istantanee fra pianeti lontani anni luce, le comunicazioni interstellari subiscono sempre una piccola serie di ritardi dovute alle grandi distanze e ai piccoli inconvenienti dello spazio (campi magnetici, radiazioni stellari, pianeti dall’altra parte del ripetitore ecc.). Di conseguenza. se da una parte le comunicazioni da pianeti dello stesso sistema sono totalmente istantanee, dall’altra se si prova a comunicare con un altro sistema possono essere presenti ritardi da 0,4 a 30 secondi.

Sostanzialmente le comunicazioni hanno due forme: la trasmissione tramite laser di COMnet e la comunicazione tramite cellulare. Le comunicazioni tramite COMnet avvengono in una maniera altamente strutturata. I pianeti e le colonie hanno stazioni di ripetizione che trasmettono i loro segnali laser attraverso lo spazio a differenza di fase, ad altre stazioni sparse per la galassia. Un nodo è in grado di gestire un miliardo di comunicazioni individuali simultaneamente. Il nodo compie anche uno scan per ogni messaggio, affinchè abbiano il corretto codice di accesso, corregge eventuali disturbi e blocca i virus. Un messaggio che supera tutti i controlli viene poi inviato a destinazione.

COMnet è principalmente usato per la trasmissione di dati e conferenze interplanetarie; le linee laser sono impervie a attacchi EMP e elettromagnetici. Le reti cellulari che si agganciano a questo stesso sistema invece vengono usate per la trasmissione vocale e soprattutto per le trasmissioni mediatiche.

Comunicazioni

Spirit of the Galaxy Rosiello