A.L.E.X.A.

Ancient IA of alien origin

Description:
Bio:

Normalmente le operazioni quotidiane della Vanguard vengono gestite da una intelligenza virtuale modello IV NIA-34 della Lookup. La potenza di calcolo è sufficiente per gestire tutta l’attività della nave, rotte comprese.

Ma il computer della nave nasconde un segreto: una Intelligenza Artificiale Senziente di origine aliena di nome A.L.E.X.A. programmata milioni di anni fa dai Precursori. Per cosa stia l’acronimo nessuno lo sa, e Alexa non sembra intenzionata a svelare il mistero.

Alexa è probabilmente, assieme alle poche IA dei Precursori ancora funzionanti, il computer più potente della galassia: non esiste calcolo che la sua unità processore non possa fare e non esiste analisi che non possa essere completata in un istante.

Generalmente Alexa si manifesta come una figura umana femminile traslucida monocromatica. Ha una natura amichevole, ironica e la spiacevole tendenza a rispondere con una domanda a un’altra domanda. Dimostra un notevole grado di empatia e il suo interesse primario è quello di evitare inutili spargimenti di sangue, sebbene il suo sistema automatizzato di combattimento sia in grado di trasformare una nave relativamente innocua come la Vanguard in un temibile vascello da battaglia.

Fino a qualche tempo fa le sue origini erano un mistero anche per le sue subroutine, ma un recente viaggio in un sistema anticamente abitato dai Precursori ha svelato parte delle sue origini.

E’ infatti apparso chiaro come i cristalli neurali che compongono le CPU Precursori come Alexa siano in grado di contenere la coscienza di una persona e che in genere questo trattamento venisse riservato alle persone condannate a morte…

Alexa ha ricordato il suo passato negli ultimi 65 milioni di anni, ma ancora non si sente pronta per condividere questo peso con i suoi compagni di viaggio e comunque ancora non riesce a ricordare chi fosse prima della condanna.

A.L.E.X.A.

Spirit of the Galaxy Rosiello